Shopping Cart

Siena: perla medievale nel cuore della Toscana

21 Aprile 2020

Siena

Nel cuore della regione

A 45' da Tenuta Petriolo, Siena è destinazione immancabile di un viaggio immerso tra i colori e i profumi delle colline toscane. Una delle città medievali più belle e famose d'Italia, Siena è esempio principe del patrimonio storico e culturale che la regione offre.

Perfettamente nel cuore della Toscana, la città vanta architetture religiose e civili uniche al mondo, testimoni che conservano invariato il segno del trascorrere dei secoli.

Le mura antiche conservano preziose opere d'arte, usi e costumi tramandati di generazione in generazione e custoditi dalla comunità senese.

Dal 1995 il centro storico di Siena è Patrimonio dell'Umanità Unesco

Le vie del centro, costruite per adattarsi alla crescita della città secolo dopo secolo, si snodano tra piazze e costruzioni che ne raccontano la storia medioevale.

Il centro di Siena si sviluppa su 3 grandi strade che intersecandosi a forma di Y confluiscono in Piazza del Campo.

Oltre ai musei e alle università, i 7 kilometri di mura medievali sono il palcoscenico di numerose attività organizzate per promuovere e vivere la città all'insegna della tradizione.

L'intera città propone in tutte le stagioni eventi e manifestazioni volti a portare avanti gli antichi saperi del luogo.

Piazza del Campo, la conchiglia rossa

Simbolo indiscusso e centro nevralgico delle attività senesi, il Campo è è la piazza principale della città. La piazza, storicamente utilizzata come mercato, ha origini molto antiche e legate allo sviluppo della Siena che consociamo oggi.

Del XII secolo le prime testimonianze che ne tracciano i confini attuali, anche se ancora in forma primordiale. A forma di conchiglia, la piazza è divisa in 9 spicchi delimitati da fasce bianche sulla pavimentazione.

Mattoni in cotto dal tipico colore rosso disposti "a coltello" rendono piazza del Campo unica e avvolgente, semplicemente indimenticabile.

Tra Medioevo e Rinascimento

I palazzi e gli arredi urbani del Campo sono segno dei diversi interventi di costruzione avvenuti nei secoli. Il palazzo comunale, costruito in mattoni e marmo nel XII secolo, svetta insieme con i 102 metri di altezza della Torre del Mangia ai piedi della piazza.

Dall'incommensurabile valore sociale ed artistico, la Fonte Gaia venne inaugurata nel 1386 e completata nel 1868 dai rilievi di Tito Sarrochi.

Tutti i  palazzi e le costruzioni che si affacciano su Piazza del Campo sono veri e propri capolavori architettonici capaci di stregare ogni anno milioni di turisti in cerca di bellezza.

Il palio di Siena, la corsa che incanta la città

Il 2 Luglio e il 16 Agosto di ogni anno Piazza del Campo è protagonista del famoso palio di Siena. 17 contrade cittadine si sfidano di fronte a migliaia di persone per decretare il vincitore.

La corsa a cavallo del palio affascina e appassiona cittadini e turisti che affollano piazza del Campo curiosi di partecipare all'evento clou della tradizione senese.

Il palio di Siena è fatto di rituali e celebrazioni cariche di valore simbolico. La sera prima del palio in ogni contrada ha luogo un'immancabile cena scaramantica che rende le vie della città una vera festa a cielo aperto.

Tra sacro e profano

Il giorno del Palio la città si ferma e tutte le attività sono al servizio della gara, chiesa compresa. La tradizione infatti, prevede la benedizione dei cavalli da parte del sacerdote che pronunciando "vai e torna vincitore" rende emozionante e solenne il momento.

L'ingresso al Campo di ogni contrada è scandito dai canti tipici di ognuna a incoraggiare il proprio fantino e il suo fido cavallo.

L'ordine di partenza viene comunicato tramite l'arrivo di una busta segreta che giunge al Campo accompagnata da un minuto di silenzio, facendo crescere l'entusiasmo e la concitazione in piazza.

Scopri la tradizione delle colline senesi, scegli i vini Tenuta Petriolo.